Se devi pitturare casa, lascia che ti racconti tutto ciò che devi sapere PRIMA di cominciare ad organizzare i lavori. In questo articolo ti spiegherò che ci sono diversi modi per imbiancare casa, in base al risultato che vuoi ottenere.

Pitturare casa è una delle cose che, ci piaccia o meno, bisogna fare almeno una volta nella vita.

C’è chi si affida al classico bianco fino a chi utilizza dei colori vivaci o pitture particolari, così da migliorare l’estetica delle proprie stanze e rendere la casa diversa e originale da tutte le altre.

Che tu scelga il bianco o preferisca altri colori, devi sapere assolutamente delle informazioni che (spesso) nessuno ti dice.

Forse ti sembrerà assurdo che si debbano avere delle accortezze quando si decide di pitturare, dopotutto stiamo parlando di “pitturare di bianco la casa” no?

Per esperienza posso dirti che dietro al bianco c’è tutto un mondo da scoprire. 🙂

Seguimi perché tra poco ci arriviamo insieme.

Nel nostro showroom arrivano molte persone che esordiscono sempre con la classica frase:

”Devo pitturare casa”

“Ok, cosa volete fare?”

“Ah, bianco dappertutto”

A questo punto io chiedo: ”Si bon ok, ma che bianco?”

Un muro può essere pitturato con tantissime soluzioni diverse e quindi avere dei risultati che sono a loro volta diversi, sia estetici che di primo impatto, ma anche di durata nel tempo. E da lì, bene o male, gli spiego le varie differenze e gli faccio vedere i campioni. Gli faccio capire (proprio anche toccandoli con mano) che differenza c’è tra la pittura più economica e quella più costosa.

Pitturare casa, ecco quello che devi sapere

La scorsa settimana è passato a trovarci Marco che è proprietario di alcuni appartamenti che dà in affitto e, spesso e volentieri, ha un ricambio delle persone che sono all’interno di queste case.

Il suo obiettivo era spendere poco.

Quando una persona vuole spendere poco, in realtà non si rende conto che meno spendi, meno qualità avrai sul risultato finale. Ma andiamo avanti, capirai più avanti il perché ti sto dicendo questo.

Se vuoi solo pitturare di bianco senza utilizzare tecniche particolari e vuoi una pittura economica rispetto ad una molto più costosa ma performante, la manodopera è la stessa in tutti e due i casi. Chiaramente per manodopera intendiamo quella fatta da esperti che sanno esattamente cosa fare per ottenere un risultato straordinario, anche se è un semplice bianco!

Chiarito questo punto, possiamo tornare al tipo di pittura.

Per semplificare, potremmo classificare la qualità di pittura in 3 macro-categorie:

  1. Economica ma di bassa qualità;
  2. Media con buona qualità;
  3. Cara ma con qualità eccellente.

Quando si sceglie una pittura, è molto importante scegliere il “film”.

“Il Film? Ma stavamo parlando di pitturare casa e tu mi parli di guardare un film?”

No aspetta, continua a leggere!

Il “film” è quello che rimane sul muro una volta che evapora l’acqua dalla pittura. In pratica è lo spessore di colore che io ho applicato nel muro. Più il film è fino, più significa che la pittura è buona e non ha residui.

“Residui di che tipo?”

Devi sapere che le pitture fondamentalmente sono composte da: acqua, resina e inerti.

Il residuo fisso è quello che ti rimane su sul muro insieme alla resina una volta che è evaporata l’acqua. Per verificare quanto la pittura sia ottima, il residuo (quindi il film) dev’essere fino perchè è ricco di resine e non di inerte.

Quindi, le pitture economiche vanno a coprire per spessore (che viene applicato nel muro), mentre le pitture buone sono quelle che vanno a coprire per quantità di resina e rendono lo spessore della pittura applicata molto più fine.

In pratica la pittura di qualità è maggiormente composta da resina che crea uno strato sottile di pittura mentre quelle più economiche sono ricche di inerti che creano uno spesso strato di pittura e lasciano la superficie ruvida.

Ma cosa succede quando applichiamo una pittura economica che è piena zeppa di inerti?

Quando una pittura è porosa (ovvero che è ruvida) è maggiormente adatta alla creazione di problemi: la muffa. Quando il muro non è completamente liscio, il rischio che si formi della condensa sul muro è molto alta ed è quindi probabile che si formi quello che noi chiamiamo “il nemico pubblico numero uno” per la tua casa.

Se vuoi saperne di più, puoi consultare questo articolo che parla della muffa.

Quindi il “film” della pittura è una delle cose più importanti da considerare per prevenire la formazione della muffa.

Passiamo ora a parlare del tempo.

“Ma prima parliamo di film, ora del tempo, cosa sei un metereologo?”

No no calma!

Qui dobbiamo parlare della durata della pittura nel tempo.

Come dicevo all’inizio, pitturare casa è una di quelle operazioni che si fanno almeno una volta nella vita, ma a molti capita anche di doverlo rifare ogni tre/cinque anni.

Quando utilizziamo una pittura con un ottimo “film”, depositiamo sul muro una quantità di inerti molto inferiore rispetto ad una di bassa qualità. Ogni volta che noi dipingiamo il muro perché si sporca o ha bisogno di una “rinfrescata”, il nuovo strato viene pitturato sopra quello vecchio creando un effetto ventosa tra ogni strato di pittura.

Più questi strati saranno fini e più la pittura rimarrà salda al muro.

“E se non viene utilizzata una pittura di buona qualità?”

La pittura di bassa qualità è molto più spessa e quindi dopo una, due o tre volte che dipingi quel muro, la pittura inizierà a scrostarsi e sarai costretto a raschiare via ogni centimetro di quella “spazzatura”!

Immagina per un istante cosa significa togliere tutta la pittura: cumuli di polvere.

Questo significa che il costo della manodopera, oltre che del disordine all’interno della tua casa, diventa anche il triplo di quello che sarebbe pitturare casa. Un vero inferno!

Gli operai dovranno raschiare tutto, stuccare ed isolare.

Ma torniamo a Marco.

Nel corso di circa 12 anni, i suoi appartamenti erano stati pitturati ben 4 volte ed alcuni anche 5. Ogni volta che un inquilino usciva dalla casa, lui faceva dare una mano di pittura.

In tutte le volte che le case erano state pitturate da un’altra azienda, aveva cercato sempre di risparmiare andando ad utilizzare materiale di bassa qualità.

Nel momento del sopralluogo a due di questi appartamenti, ci siamo accorti quanto le case non fossero messe bene!

In alcuni punti la pittura si stava scrostando e in altri la muffa aveva raggiunto dimensioni preoccupanti.

L’unica cosa da fare era scrostare, stuccare ed isolare con una spesa molto più alta di quella che si aspettava. L’altra ditta non si era minimamente preoccupata di dargli queste informazioni, e lui ha semplicemente preso la via più economica senza sapere che quella sarebbe stata (alla lunga) la più dispendiosa!

Se fosse stata utilizzata una pittura di qualità, verificando sempre se la casa effettivamente avesse bisogno di una nuova mano, avrebbe speso di più rispetto ad una di bassa qualità ma avrebbe risparmiato nel tempo perché non avrebbe dovuto scrostare, stuccare e isolare tutti i muri di casa!

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto:

  • La manodopera, se fatta da professionisti, è la stessa usata per lavorare con pitture di bassa o di alta qualità, quindi non ci sono sovrapprezzi in tal senso;
  • Cos’è il “film” e qual è la sua importanza per impedire la formazione della muffa;
  • Se viene utilizzata pittura di bassa qualità, il rischio di dover scrostare le vecchie mani di pittura è molto dispendioso.

Ogni volta che una persona entra nel nostro showroom cerchiamo di fornire sempre queste informazioni che, nel tempo, portano le persone ad ottenere un notevole risparmio sui lavori eseguiti.

Più i lavori vengono eseguiti a regola d’arte (da te perchè ti piace il bricolage e hai tempo a disposizione o da operai specializzati se vuoi un servizio chiavi in mano senza pensieri) e con materiali di qualità media-alta e più pitturare casa sarà una passeggiata e non più una seccatura.

E tu, eri già a conoscenza di queste info? Qual è il maggior problema che hai incontrato quando hai dovuto imbiancare casa? Oppure, cosa ti terrorizza maggiormente pensando all’imbiancatura che dovrai fare a casa quest’anno?

Aspettiamo un tuo commento qui sotto!

2018-04-13T11:51:01+00:00 By |Abitazioni private|

Leave A Comment