Ti sarà sicuramente capitato almeno una volta nella vita – o ti capiterà presto – di dover pitturare una o più pareti di casa.

Forse per rimetterla a nuovo, forse per cambiare colore alla tua vita o semplicemente per coprire i segni fatti da tuo figlio con matite e pennarelli colorati…

Se è la prima volta che ti trovi a dover pitturare casa, o anche se ti reputi già un esperto, in ogni caso questo articolo fa per te. Ne ricaverai dei consigli decisamente utili!

Bene, uno degli strumenti indispensabili per pitturare le pareti di casa è di sicuro il rullo perchè, a differenza di qualche decennio fa quando si usava il pennello,

permette di pitturare casa in molto meno tempo e senza fatica, ma a patto di sapere come fare.

Iniziamo subito!

Oggi molte persone decidono di arrangiarsi nei lavori domestici, convinte di poter così risparmiare.

In realtà non sempre è così.

Spesso infatti il tempo che impieghi per fare il lavoro, l’acquisto della pittura e di tutti gli attrezzi che ti servono (spesso molto costosi), ti fanno rimpiangere di non aver chiamato un professionista che lo facesse per te.

Ti sembra di non finire mai, oltre al fatto che tua moglie potrebbe braccarti come un segugio per ricordarti di stare attento a non macchiare i mobili di casa con il colore.

E quella goccia solidificata che corre giù lungo la parete… non te n’eri accorto. Ora come la mettiamo?

Scene tragicomiche alla Fantozzi a parte, se hai deciso comunque di pitturare la tua casa senza l’aiuto di un pittore o imbianchino, oggi i fratelli Dolfo vogliono darti qualche consiglio su come pitturare con il rullo. Sei pronto?

Come pitturare con il rullo: ecco quello che devi sapere

L’acquisto del rullo

In commercio ci sono due tipi di rullo:

  • quello a pelo lungo utilizzato per gli esterni, e
  • quello a pelo corto utilizzato per gli interni.

Perchè ci sono delle differenze nella lunghezza del pelo?

Semplice: quello per gli esterni serve a raggiungere tutti i piccoli fori della parete che, rispetto a quella da interno, è molto più grezza.

Quando acquisti un rullo, devi comprare anche i pennelli.

Infatti il rullo lo utilizzerai per fare le parti più ampie dove non ci sono prese, interruttori o altre “barriere” mentre i pennelli andranno usati per gli angoli e per tutti i punti dove servirà un po’ di precisione!

Per praticità ti spiegheremo ora l’esatta procedura per punti.

1) Dopo aver acquistato il rullo, e prima di utilizzarlo, devi assolutamente tagliare il pelo dalle due estremità (vedi foto). Questo perchè, nel momento in cui lo userai per pitturare, il pelo esterno del rullo rilascerà delle tracce sulla parete. Se accade questo sarai costretto a ripassare nuovamente le zone dove il colore non si è steso correttamente.

Questo è un rullo a pelo lungo, quindi da utilizzare su pareti esterne

Primo utilizzo del rullo

2) Altra cosa importante da fare prima di iniziare. Prima di utilizzare il rullo devi sapere che dev’essere bagnato. Il pelo, anche se nuovo, è secco e devi passarlo sotto l’acqua per aumentare la sua efficacia. Dopo averlo bagnato bisogna tirare via l’acqua in eccesso.

3) Con l’aiuto di un tavolo (vedi la foto), posiziona il rullo sullo spigolo e fallo scorrere per togliere l’acqua in eccesso. Se lo inserisci quando è ancora pieno d’acqua nel secchio di colore, andrai a diluire ulteriormente il colore e questo non va bene.

4) Dopo aver fatto questa operazione, uno degli errori commessi da molti pittori fai-da-te, è quello di non inserire una retina nel secchio. Questo strumento ti aiuta a distribuire correttamente il colore su tutto il rullo e di far cadere nel secchio tutto quello in eccesso.

Grazie a questa operazione, oltre a sprecare meno colore, limiterai anche le gocce di pittura che potrebbero finire sul pavimento. Se non utilizzi qualcosa per coprire le piastrelle o il parquet di casa tua, poi sarà molto difficile pulire. E chi la sente poi tua moglie??

5) Prima di iniziare, ricordati sempre di coprire i mobili, i battiscopa, le prese e tutto ciò che può sporcarsi con gli accessori giusti. Per esempio, un altro trucco che usiamo spesso, è quando dobbiamo pitturare vicino alle prese o interruttori. Con un cacciavite bisogna togliere la mascherina e coprirla con il nastro giallo di carta su tutta la plastica. Grazie a questo piccolo trucco, eviterai di perdere un sacco di tempo a pulire.

L’utilizzo

6) Per prima cosa inizia a fare i bordi con un pennello ed in particolare sul soffitto, sui bordi e sulle modanature. Dopo aver immerso il rullo nel secchio e aver utilizzato la retina per distribuire il colore, potrai passare a dipingere la parete.

Distribuisci la pittura sul muro partendo a circa 30 cm dal pavimento e 10/15 cm dai bordi. Cerca di rendere uniforme ogni passaggio andando su e giù con il rullo con una pressione leggera. Durante questa fase, potresti lasciare dei segni ma non preoccuparti. Avrai tempo più tardi per sistemare.

7) Quando vedrai che il rullo non riesce a più dipingere e vedi che colora meno rispetto all’inizio, è il momento di immergerlo nuovamente nel secchio. Cerca di mantenere sempre bagnato il bordo dove sei passato per l’ultima volta in modo da rendere uniforme il passaggio nuovo del colore con quello fatto in precedenza. Se ti fermi a metà parete per una pausa e ricominci più tardi ad ultimarla, rischierai di vedere il segno tra il passaggio fatto prima e dopo la sosta.

Quando l’intera parete sarà completata e avrà una prima mano di pittura, è il momento di fare un passaggio più preciso. Con una leggera pressione, parti dal basso verso l’alto e spostati di tre quarti di rullo ad ogni passaggio. Questo farà in modo di rendere uniforme tutta la pittura che hai dato nella prima mano.

Riporre gli strumenti

8) Una volta finito di pitturare, dovrai pulire gli strumenti sotto l’acqua corrente fino a che non vedrai più l’acqua colorata. Per asciugarlo, utilizza nuovamente il trucco che ti abbiamo insegnato in precedenza. Con l’aiuto di un tavolo (vedi la foto) o qualunque cosa abbia uno spigolo, posiziona il rullo e fallo scorrere per togliere l’acqua in eccesso.

Conclusioni

Grazie a questo articolo hai imparato a:

  • scegliere il rullo giusto per la tua parete, evitando di buttare soldi inutilmente;
  • prepararlo prima di iniziare per evitare spiacevoli imprevisti e ritardi;
  • come pitturare con il rullo la tua casa o una semplice parete.

Ora tocca a te! Hai mai pitturato casa? Qual è stato il maggior problema che hai incontrato quando hai dovuto dipingere? Scrivicelo nei commenti!

Buona continuazione sul nostro blog!

 

2018-04-13T11:37:36+00:00 By |Fai Da Te|

Leave A Comment